Il nostro caffè letterario vuole essere una piccola guida, la voce di un amico che ti consiglia quali libri leggere nelle giornate in cui quello che ti serve sono solo parole stampante, e una tazza di caffè.

 

Blog

Coffe And Books / Biografia  / Bukowski: biografia, bibliografia e frasi di Charles Bukowski
bukowsky frasi

Bukowski: biografia, bibliografia e frasi di Charles Bukowski

Henry Charles “Hank” Bukowski Jr., nato Heinrich Karl Bukowski e conosciuto anche con lo pseudonimo Henry Chinaski, è stato un poeta e scrittore statunitense. Ha scritto sei romanzi, centinaia di racconti e migliaia di poesie, per un totale di oltre sessanta libri.

Nei suoi libri racconta di se e della sua vita. A partire dalla sua dipendenza dall’alcol, dal sesso sfrenao e frequente e dai rapporti sempre più turbolenti con le persone. La corrente letteraria a cui spesso viene associato è quella del realismo sporco ma c’è da dire che Bukowski si è sempre cottrandistinto per essere una pecora nera orgoglioso del suo mancato conformismo.

Amo i solitari, i diversi, quelli che non incontri mai. Quelli persi, andati, spiritati, fottuti. Quelli con l’anima in fiamme.

Bukowski Biografia

Il 16 agosto nasceva uno dei più amati e controversi autori del Novecento, Henry Charles Bukowski.

Bucowski (Andernach, 16 agosto 1920 – San Pedro, 9 marzo 1994), è stato un poeta e scrittore statunitense che ha fatto del suo anticonformismo un vanto ed uno stile di vita, oltre che di scrittura. Charles Bukowski ha scritto sei romanzi, centinaia di racconti e migliaia di poesie e le sue frasi e i suoi aforismi sono tra i più amati e i più citati.

Figlio di un ex artigliere delle truppe americane, Charles ha solo tre anni quando la famiglia si trasferisce a Los Angeles, negli Stati Uniti. Qui trascorre l’infanzia costretto dai genitori a un quasi totale isolamento dal mondo esterno. Già si notano i primi segni della sua vena ribellistica e di una fragile, confusa vocazione alla scrittura.

Inizialmente i suoi racconti e le sue poesie trovano spazio su giornali come “Story” ma soprattutto sulle pagine delle riviste underground. Nonostante la vita burroscosa e il malato rapporto con l’Alcol scrive molto e viene apprezzato. L’incontro con Linda gli fa cambiare vita portandolo a vivere gli ultimi anni della sua in grande serenità e agiatezza. Ma la vena creativa non viene meno. Si ammala di tubercolosi nel 1988, tuttavia, in condizioni fisiche via via più precarie, Charles Bukowski continua a scrivere e a pubblicare.

Bukowski, libri

Romanzi

  • Post Office Milano, SugarCo, 1971.
  • Factotum, Milano, SugarCo, 1975.
  • Donne, Milano, SugarCo, 1978.
  • Panino al prosciutto, Milano, SugarCo, 1982
  • Hollywood, Hollywood!, Milano, Feltrinelli, 1990
  • Pulp. Una storia del XX secolo, Milano, Feltrinelli, 1995

Raccolte di racconti

  • Taccuino di un vecchio sporcaccione, Milano, Guanda, 1979; poi Taccuino di un vecchio porco, Milano, Feltrinelli, 1980.
  •  Storie di ordinaria follia, Milano, Feltrinelli, 1975.
  •  Compagno di sbronze, Milano, Feltrinelli, 1979.
  • Svastica, Viterbo, Stampa alternativa, 1994.
  • A Sud di nessun Nord, Milano, SugarCo, 1973; poi Storie di una vita sepolta, Milano, SugarCo, 1973.
  • Musica per organi caldi, Milano, Feltrinelli, 1984
  • Niente canzoni d’amore, Milano, A. Mondadori, 1993
  • Confessioni di un codardo, Parma, Guanda, 1997.
  • Portami il tuo amore / Non c’è niente da fare, Milano, Topolin, 2000.
  • Azzeccare i cavalli vincenti, Milano, Feltrinelli, 2009
  • Scrivo poesie solo per portarmi a letto le ragazze, Milano, Feltrinelli, 2012.
  • Il ritorno del vecchio sporcaccione, Milano, Feltrinelli, 2017
  • La campana non suona per te, Milano, Guanda, 2018.

Raccolte di poesie

  •  Tutti gli anni buttati via, Parma, Guanda, 2010.
  • So benissimo quanto ho peccato, Parma, Guanda, 2011
  • Days Run Away Like Wild Horses Over the Hills, 1969.
  • Mockingbird, Wish Me Luck, 1972.
  • So benissimo quanto ho peccato, Parma, Guanda, 2011
  • L’amore è un cane che viene dall’inferno. Poesie 1974-1977, Roma, Savelli, 1979.
  • Poesie (1955-1973), a cura di Vincenzo Mantovani, Milano, A. Mondadori, 1979.
  • Poesie, introduzione di Giorgio Mariani, postfazione di Alex MacQuarrie, Roma, Savelli, 1982.
  • 23 poesie, Milano, A. Mondadori, 1996.
  • Tutto il giorno alle corse dei cavalli e tutta la notte alla macchina da scrivere, Roma, Minimum fax, 1999.
  • Madrigali da una camera in affitto, 3 voll.
    • Notte imbecille, Carnago, SugarCo, 1993.
    • Non c’è niente da ridere, Carnago, SugarCo, 1996.
    • Nato per rubare rose, Carnago, SugarCo, 1997.
  • Si prega di allegare dieci dollari per ogni poesia inviata, Roma, Minimum fax, 2001
    • Evita lo specchio e non guardare quando tiri la catena, Roma, Minimum fax, 2002
    • Seduto sul bordo del letto mi finisco una birra nel buio, Roma, Minimum fax, 2002
    • Spegni la luce e aspetta, Roma, Minimum fax, 2003
  • Le ragazze che seguivamo, Parma, Guanda, 1998. ISBN 88-7746-962-5.
  • Una donna sulla strada, Milano, Guanda, 2016. ISBN 978-88-235-1434-8.
  • Bone Palace Ballet1997
    • Quando eravamo giovani. Poesie, Milano, Feltrinelli, 1999
    • La canzone dei folli. Poesie II, Milano, Feltrinelli, 2000
    • Il grande. Poesie III, Milano, Feltrinelli, 2002
  • Il primo bicchiere, come sempre, è il migliore, Roma, Minimum fax, 2006
  • The night torn mad with footsteps
    • Santo cielo, perché porti la cravatta?, Roma, Minimum fax, 2003
    • Quando mi hai lasciato, mi hai lasciato tre mutande, Roma, Minimum fax, 2004
    • I cavalli non scommettono sugli uomini (e neanche io), Roma, Minimum fax, 2004
    • Sotto un sole di sigarette e cetrioli, Roma, Minimum fax, 2005.
  • Sifting through the Madness for the Word, the Line, the Way, 2003
    • E così vorresti fare lo scrittore?, Parma, Guanda, 2007.
    • Una notte niente male, Parma, Guanda, 2008.
    • Cena a sbafo, Parma, Guanda, 2009.
  • Ehi, Kafka!, Parma, Guanda, 2012
  • Il crimine paga sempre, Parma, Guanda, 2013
  • Ce l’hanno tutti con me, Parma, Guanda, 2013
  • The Continual Condition
  • Una torrida giornata d’agosto, Parma, Guanda, 2014.
  • Mentre Buddha sorride, Parma, Guanda, 2015.
  • Sui gatti, Guanda, 2016
  • Sull’amore, Parma, Guanda, 2017
  • Il meglio, Parma, Guanda, 2018

Bukowski, frasi

Le citazioni di Bukowski sono tra le più amate dai lettori. Eccone una carrellata tutte per te:

1 Accavallò le gambe e si tirò su la gonna. Si può andare in paradiso anche prima di morire.

2 Al di la del bene e del male andava bene in teoria, ma poi per vivere bisognava scegliere.

3 Bisogna essere coraggiosi e anche un po’ folli per aprire il cuore e donarlo a qualcuno.

4 Capita a tutti, soprattutto ai giovani, di pensare di avere il mondo in pugno, e a volte è anche vero. Ma nell’attimo stesso in cui uno è convinto che tutto vada per il meglio, ci sono leggi statistiche che lavorano alle sue spalle, pronte a fregarlo.

5 Attenti a quelli che cercano continuamente la folla, da soli non sono nessuno.

Il mondo sarebbe un posto di merda senza le donne. La donna è poesia. La donna è amore. La donna è vita. Ringraziale, coglione!

7 Non essere giù perché la tua donna ti ha lasciato: ne troverai un’altra e ti lascerà anche quella.

Resistere significa semplicemente tirare fuori i coglioni, e meno sono le chance più dolce è la vittoria.

9 Se inizierò a parlare di amore e stelle, vi prego: abbattetemi.

10 Alcune persone non meritano il nostro sorriso, figuriamoci le nostre lacrime.

11 Ecco il problema di chi beve, pensai versandomene un altro: se succede qualcosa di brutto si beve per dimenticare; se succede qualcosa di bello si beve per festeggiare; se non succede niente si beve per far succedere qualcosa.

12 L’amore è una forma di pregiudizio. Si ama quello di cui si ha bisogno, quello che ci fa star bene, quello che ci fa comodo. Come fai a dire che ami una persona, quando al mondo ci sono migliaia di persone che potresti amare di più, se solo le incontrassi? Il fatto è che non le incontri.

13 L’amore non è che il risultato di un incontro casuale. La gente gli dà troppa importanza. Per questo motivo una buona scopata è tutt’altro che da disprezzare.

14 La gente è il più grande spettacolo del mondo. E non si paga il biglietto.

15 Ero alla bancarotta, il governo era alla bancarotta, il mondo era alla bancarotta.
Ma chi cazzo li aveva, i fottuti soldi?

16 La poesia dice troppo in pochissimo tempo, la prosa dice poco e ne impiega troppo.

 bukowski frasi

Powered by Corsi Barman Roma