Il nostro caffè letterario vuole essere una piccola guida, la voce di un amico che ti consiglia quali libri leggere nelle giornate in cui quello che ti serve sono solo parole stampante, e una tazza di caffè.

 

Blog

Coffe And Books / Libri  / Eleanor Oliphant sta benissimo
eleanor Oliphant sta benissimo

Eleanor Oliphant sta benissimo

 

Eleanor Oliphant sta benissimo è un libro di  Gail Honeyman edito da Garzanti. E’ un libro che, anche un po’ a sorpresa, ha scalato le classifiche di vendita e tutt’ora si è assestato in seconda posizione.

Eleanor Oliphant sta benissimo, la trama

Mi chiamo Eleanor Oliphant e sto bene, anzi: benissimo. Non bado agli altri. So che spesso mi fissano, sussurrano, girano la testa quando passo. Forse è perché dico sempre quello che penso. Ma io sorrido, perché sto bene così. Ho quasi trent’anni e da nove lavoro nello stesso ufficio. In pausa pranzo faccio le parole crociate, la mia passione. Poi torno a casa e mi prendo cura di Polly, la mia piantina: lei ha bisogno di me, e io non ho bisogno di nient’altro. Perché da sola sto bene.

Solo il mercoledì mi inquieta, perché è il giorno in cui arriva la telefonata dalla prigione. Da mia madre. Dopo, quando chiudo la chiamata, mi accorgo di sfiorare la cicatrice che ho sul volto e ogni cosa mi sembra diversa. Ma non dura molto, perché io non lo permetto. E se me lo chiedete, infatti, io sto bene. Anzi, benissimo. O così credevo, fino a oggi. Perché oggi è successa una cosa nuova. Qualcuno mi ha rivolto un gesto gentile. Il primo della mia vita. E questo ha cambiato ogni cosa. D’improvviso, ho scoperto che il mondo segue delle regole che non conosco. Che gli altri non hanno le mie stesse paure, e non cercano a ogni istante di dimenticare il passato. Forse il «tutto» che credevo di avere è precisamente tutto ciò che mi manca. E forse è ora di imparare davvero a stare bene. Anzi: benissimo.

Eleanor Oliphant sta benissimo, citazioni e frasi del libro

“Una questione filosofica: se un albero cade in una foresta e non c’è nessuno a sentirlo, fa rumore? E se, di tanto in tanto, una donna completamente sola parla a una pianta in un vaso, è pazza da legare? Sono sicura che sia perfettamente normale parlare da soli ogni tanto. Non è che mi aspetti una risposta. Sono consapevole del fatto che Polly è una pianta da appartamento.”

 

“Lo guardò con tanto amore che dovetti girarmi dall’altra parte. “Almeno so che faccia ha l’amore”, mi dissi. Non è cosa da poco. Nessuno mi aveva mai guardato così, ma sarei stata in grado di riconoscerlo se qualcuno l’avesse mai fatto”

Eleanor Oliphant sta benissimo, opinioni

Non è facile parlare di solitudine, quella vera e profonda. Ed è ancor meno facile farlo in modo ironico ma non superficiale come viene fatto dalla protagonista del libro. Eleanor è un personaggio totalmente fuori dagli schemi. Un po’ è isolata da una società che non riesce ad inserirla in uno schema, un po’ è auto isolata per evitare di far la fatica di capire e farsi capire dalla società che la spaventa. Personalmente, da persona piuttosto solitaria ed introversa, ho apprezzato alcuni tratti del personaggio. Un po’ meno la scrittura che non mi ha entusiasmata. Se devo essere sincera il finale (senza svelarvi il finale) mi ha lasciata un po’ perplessa: più che un evoluzione del personaggio mi sembra di aver assistito ad un cambio netto funzionale alla fine del libro. Ma questo è un parere tutto mio. Cosa dicono i maggiori quotidiani di Eleanor Oliphant sta benissimo?

«Un fenomeno che ha dato vita a un nuovo genere letterario.» – The Guardian

«Imperdibile. Uno degli esordi più riusciti dell’anno.» – New York Times

«Commovente e saggio. Leggetelo.» – People

«Indimenticabile e vero.» – Daily Mail

Powered by Corsi Barman Roma