Il nostro caffè letterario vuole essere una piccola guida, la voce di un amico che ti consiglia quali libri leggere nelle giornate in cui quello che ti serve sono solo parole stampante, e una tazza di caffè.

 

Blog

Coffe And Books / Senza categoria  / Il Piccolo Principe, frasi e trama
Il Piccolo Principe

Il Piccolo Principe, frasi e trama

Il Piccolo Principe è un racconto di Antoine de Saint-Exupéry pubblicato nel 1943  a New York. Un libro da regalare a bimbi di ogni età, dagli 0 ai 99 anni! Un classico senza tempo che non passerà mai di moda e lascia ad ogni lettura, o rilettura, un messaggio diverso e profondo. La magia del Piccolo Principe sembra non avere fine. Forse perché parla direttamente al cuore di ognuno di noi con una poesia delicata ma intrisa della forza dei sentimenti più puri.

Il Piccolo Principe, la trama

Il Piccolo Principe racconta la storia di un aviatore che si trova costretto da un’avaria ad atterrare in pieno deserto. Attorno a se un’infinita distesa di sabbia. Dentro, una ancor più infinita solitudine. Sul suo capo, una cortina di stelle.

La solitudine viene però interrotta da una voce improvvisa:

“Mi disegni, per favore, una pecora?”.

Di dove viene? Chi parla? Cosa significa quella strana domanda? A parlare è il Piccolo Principe, un ragazzino che vaga per gli spazi. Un meraviglioso, impensato, e, seducente, compagno. Il Piccolo Principe è un capolavoro della letteratura infantile, che, come i suoi grandi predecessori, da Peter Pan a Pinocchio, dai racconti di Perrault e di Andersen ad Alice nel Paese delle Meraviglie, si rivolge a piccoli e grandi,

“a tutti i grandi che sono stati bambini ma non se lo ricordano più”,

come dichiara esplicitamente la dedica di Antoine de Saint-Exupéry, eroe dell’aviazione francese che scrisse questa favola irresistibile a quarantadue anni, quando era reputato troppo vecchio per volare. Poi riuscì a tornare a volare e scomparve in una missione di guerra. Scomparve letteralmente, non si trovarono tracce di lui, dissolto come un autentico personaggio da favola.

Il piccolo principe racconta che, nel viaggiare per lo spazio, ha conosciuto diversi personaggi strani, che gli hanno insegnato molte cose. La cura per la sua rosa l’ha fatto soffrire molto, perché spesso si è mostrata scorbutica. Ora che è lontano, il piccolo principe scopre piano piano che le ha voluto bene, e che anche lei gliene voleva. Purtroppo però non si capivano. Il piccolo principe, proveniente dall’asteroide B-612, aveva bisogno di una pecora per farle divorare gli arbusti di baobab prima che crescessero e soffocassero il suo pianeta.

Visitando ciascun pianeta dall’asteroide 325 al 330 il piccolo principe se ne va con l’idea che i grandi siano ben strani.

Il Piccolo Principe, citazioni

 “Tutti i grandi sono stati piccoli, ma pochi di essi se ne ricordano”.
 “Non si vede bene che col cuore, l’essenziale è invisibile agli occhi”
 “Gli uomini non hanno più tempo per conoscere nulla. Comprano dai mercanti le cose già fatte. Ma siccome non esistono mercanti di amici, gli uomini non hanno più amici. Se tu vuoi un amico addomesticami!”
 “Ma se tu mi addomestichi, la mia vita sarà come illuminata. Conoscerò un rumore di passi che sarà diverso da tutti gli altri. Gli altri passi mi fanno nascondere sotto terra. Il tuo, mi farà uscire dalla tana, come una musica”
 “Dove sono gli uomini?»riprese dopo un po’ il piccolo principe «Si è un po’ soli nel deserto…» «Si è soli anche con gli uomini», disse il serpente.”

No Comments

Post a Comment

Powered by Corsi Barman Roma