Il nostro caffè letterario vuole essere una piccola guida, la voce di un amico che ti consiglia quali libri leggere nelle giornate in cui quello che ti serve sono solo parole stampante, e una tazza di caffè.

 

Blog

Coffe And Books / Horror-Thriller  / Pet Sematary di Stephen King, trama e recensione
Pet sematary

Pet Sematary di Stephen King, trama e recensione

Pet Sematary è un libro scritto da Stephen King nel 1983. King è il mago del genere horror ed in questo libro vi terrà incollati, e terrorizzati, fino all’ultima riga!

«La morte è un mistero e la sepoltura è un segreto.»

Pet Sematary, la trama

Il dottor Louis Creed ha appena accettato l’incarico di direttore sanitario dell’Università del Maine. Si trasferisce con la moglie Rachel ed i due figli (Eileen e Gage) in una magnifica villa di campagna. L’inizo sembra proprio dei migliori: la zona è tranquilla, il posto di prestigio e i vicini deliziosi. Con loro c’è anche l’amato Winston “Church” Churchill, il gatto di Ellie. L’ottantatreenne Jud Crandall, li prende subito in simpatia e li aiuta ad ambientarsi. Avvisa Louis e Rachel della pericolosità della superstrada che costeggia la loro casa ed è molto trafficata da grandi camion.

Jud porta inoltre tutta la famiglia a fare una camminata dietro casa, attraverso il sentiero che porta ad un cimitero degli animali di cui si prendono cura i bambini. Questa esperienza porta Louis e Rachel ad un brutto litigio. Rachel, traumatizzata dalla scomparsa prematura della sorella, non vuole parlare della morte e si preoccupa che Ellie possa essere scossa da quello che ha visto al cimitero.

Louis deve anche affrontare un’esperienza traumatica quando Victor Pascow, uno studente morto in un incidente stradale, gli affida le sue ultime parole pur non conoscendolo. Nella notte seguente all’incidente, Louis ha un sogno molto realistico in cui incontra Pascow che lo accompagna al “cimitero” ed lo Louis di non “andare oltre, non importa quanto credi sia necessario”. Louis si sveglia il mattino seguente convinto che fosse un sogno. Convinzione che vacilla quando vede i suoi piedi coperti di terra ed aghi di pino. Nonostante questo, etichetta il sogno come un prodotto dello stress subito durante la morte di Pascow, accoppiato con l’ansia provocata dal fatto della moglie.

I problemi non finiscono qui! La notte di Halloween la moglie di Jud subisce un attacco cardiaco. Grazie alla prontezza di Louis, Norma si riprende in fretta. Jud, grato per l’aiuto ricevuto, decide di sdebitarsi aiutando Luis a fronteggiare la morte del gatto  Church. Rachel ed i bambini sono in visita dai nonni a Chicago e Louis è particolarmente scosso. Ecco dunque che interviene Jud. Lo porta al cimitero degli animali per seppellire Church ma, invece di fermarsi allo spiazzo curato dai bambini, prosegue oltre fino ad arrivare in un antico luogo usato dagli indiani Micmac. Qui Louis seppellisce il gatto, mentre Jud gli assicura che tornerà in vita durante la notte.

Louis ovviamente non ci crede, ma il pomeriggio successivo il gatto torna effettivamente a casa. Ma Church non è lo stesso di prima: caccia topi ed uccelli squartandoli senza nemmeno mangiarli ed emana un odore che costringe Ellie a non volerlo in camera la notte. Jud conferma che è quanto succede agli animali risorti.

Louis è molto spaventato dalla resurrezione di Church ed inizia a desiderare di non averlo mai fatto. Molti mesi dopo è il piccolo Gage a morire, travolto da un camion dopo essersi avventurato sulla superstrada, in un momento di distrazione dei genitori. Louis, tormentato per non essere riuscito a salvare il figlio, comincia a considerare l’idea di riportare in vita il figlio con l’aiuto del cimitero indiano. Jud, immaginando quello che Louis ha in mente, tenta di dissuaderlo raccontandogli la storia dell’ultima persona rinata.

Nonostante questo, Louis decide di mettere in atto il piano, con orribili conseguenze per sé e per i suoi cari. Gage ritorna dal mondo dei morti sotto forma di mostro demoniacoed inizia la sua missione uccidendo Jud. Louis riesce comunque a rimandare Gadge nella tomba con un’iniezione letale.

La morte ha un prezzo…

Autore di romanzi e racconti best seller che attingono ai filoni dell’orrore, del fantastico e della fantascienza, è considerato un maestro nel trasformare le normali situazioni conflittuali della vita in momenti di terrore.
Quando è ancora piccolo, sua madre deve far fronte a grandi difficoltà viene abbandonata dal marito e si ritrova a doverlo crescere da sola.
Nel 1962 Stephen inizia a frequentare la Lisbon High School e comincia a spedire i suoi racconti a vari editori di riviste.
Conclusi gli studi superiori entra all’Università del Maine ad Orono, dove gestisce per un paio d’anni una rubrica all’interno del giornale universitario.

Nel 1967 termina un primo racconto breve a cui fa seguito, qualche mese dopo, il romanzo La lunga marcia che riceve giudizi lusinghieri.
Sottopone Carrie alla casa editrice Doubleday e ottiene un assegno di 2500 dollari come anticipo per la pubblicazione del romanzo.
A maggio arriva la notizia che la Doubleday ha venduto i diritti dell’opera alla New American Library per 400.000 dollari, metà dei quali spettano di diritto all’autore. Così, a ventisei anni, Stephen King lascia l’insegnamento per dedicarsi alla professione di scrittore. Da quel momento la sua carriera non avrà più interruzioni.

Pet Sematary, il libro

Pet Sematary è uno dei libri migliori di Stephen King e resterà sempre tra i consigliati. C’è da dire tuttavia che il libro si divide in due parti: una prima piuttosto edulcorata e fin troppo ‘alla perfetta famiglia americana’ ed una second aparte decisamente horror e soffocante. Il terrore vero e proprio inizia con la morte del gatto e lo scatenarsi degli eventi che portano ad un finale davvero sorpendente e per nulla sdolcinato. Innomma, l’autore inizia in modo soft ma non ci risparmia sempre riuscendo a terrorizzarci affrontando la tematica della morte e della sua ineluttabilità.

Powered by Corsi Barman Roma