Il nostro caffè letterario vuole essere una piccola guida, la voce di un amico che ti consiglia quali libri leggere nelle giornate in cui quello che ti serve sono solo parole stampante, e una tazza di caffè.

 

Blog

Coffe And Books / Libri  / Skellig, di David Almond
Skellig

Skellig, di David Almond

Skellig è un libro di David Almond, uno dei migliori esempi di quello che può fare ed essere la letteratura per l’infanzia.

E’ un libro piccolo, non perché breve, ma perché narra dei pacati e delicati momenti della vita di Micheal, ragazzino che si trasferisce in una nuova casa e che deve affrontare un periodo di isolamento a causa della grave malattia della sorellina appena nata. In questo stato di profonda tristezza ed abbandono, Micheal, un giorno, entra nel pericolante garage della nuova casa e vi trova… Skellig. Ma chi è questa creatura? Assomiglia ad un barbone e va pazzo per il cibo cinese e la birra scura. Ha qualcosa dietro la schiena. Sembrano ali… Ma è un uomo, un uccello o forse un angelo? Non si capisce bene e la vera magia sta proprio in questo.

Skellig

Micheal in quel garage abbandonato trova infatti qualcosa di incantato e fantastico: una creatura  un po’ uomo e  un po’ uccello che non si capisce bene se abbia o sia venuta a portare aiuto. Per tutto il libro non sapremo mai di preciso cos’è! C’è del mistero in questa storia piccola, ma va bene così. L’importante per Michael, e per la sua sorellina sospesa tra la vita e la morte in ospedale, è che Skellig ci sia e che dia a Micheal una motivazione: il piccolo è attratto da questo essere e lo vuole aiutare, forse salvare.

Non potendo agire sugli altri aspetti della sua esistenza, troppo complicati e riservati agli adulti.

Fatica a capire l’isolamento in cui si trova, il dolore che aleggia in casa sua, la preoccupazione senza fine della madre e persino le attenzioni che gli riservano gli insegnanti. Tutto è troppo grande e confuso, come è sempre il mondo degli adulti. Michael trasferisce così sullo strano personaggio la propria voglia di contribuire a fare andare le cose bene, e si oppone con ostinazione al suo evidente volersi lasciare andare.
E’ un vero classico, quindi allo stesso tempo attuale e fuori dal tempo. In questo piccolo romanzo non troveremo un’ambientazione reale contrapposta ad una di fantasia. Non ci sarà la fuga dalla realtà speso necessaria per poter affrontare le difficoltà rielaborandole in un modo di fantasia che offre infinite possibilità. Skellig è ambientato in un mondo vero, quello che appartiene a tutti noi e che è fatto di realtà quotidiana e fantasie straordinarie.

Tutto dipende dagli occhi con cui si guardano le cose.

Tutto dipende da cosa si vuole fare per se stessi. E, come si dice nel libro stesso “A volte dobbiamo solo accettare che ci sono cose che non si possono sapere… A volte pensiamo che dovremmo essere capaci di sapere tutto, ma non è così. dobbiamo contentarci di vedere quello che c’è da vedere e il resto dobbiamo immaginarlo.”
E’ un libro tenero, intimista, profondo. Da avere assolutamente e leggere prima di andare a sognare. “Di notte, quando il resto del mondo è andato a dormire, tutto sembra possibile.

TITOLO: Skellig
AUTORE: David Almond
LINGUA ORIGINALE: Inglese
ANNO: 2009
PAGINE: 151

No Comments

Post a Comment

Powered by Corsi Barman Roma