Il nostro caffè letterario vuole essere una piccola guida, la voce di un amico che ti consiglia quali libri leggere nelle giornate in cui quello che ti serve sono solo parole stampante, e una tazza di caffè.

 

Blog

Coffe And Books / Libri  / Gli incubi di Hazel, un delizioso e terrificante libro
gli incubi di hazel

Gli incubi di Hazel, un delizioso e terrificante libro

Gli incubi di Hazel è un delizioso, terrificante, libro per ragazzi scritto da Leander Deeny.

In questo libro Alice nel paese delle meraviglie si fonde con Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte. E il risultato è un romanzo bellissimo. Ricordo ancora quando lo comprai. Come al solito mi ero rifugiata in libreria in cerca di comfort book. Presi un libro a caso e lessi

“Buonasera. Probabilmente tua madre merita di morire”

e lo presi al volo!

Ok, forse il mio spirito cinico prese il sopravvento, forse ero davvero un filo arrabbiata con mia madre o forse ero solo curiosa di scoprire come un autore del genere potesse essere considerato per ragazzi. Capii ben presto che Leander Deeny parla ai ragazzi ma senza mai considerarli nani stupidi. Anzi! Il loro acume e il loro non avere filtri spesso li rende in una posizione di favore rispetto a tanti adulti ormai fin troppo condizionati dalle regole sociali.

Gli incubi di Hazel, la trama

Hazel, un’allegra bambina di otto anni, è ospite della terribile zia Eugenia e del suo antipatico cuginetto Isambard. Basterebbe l’immagine del vecchio maniero dove vivono i parenti di Hazel per scoraggiare qualsiasi visitatore, eppure, dopo la prima inquietante giornata con zia Eugenia, la vita comincia a cambiare. Isambard, infatti, presenta a Hazel la sua collezione di cuccioli terrificanti: un cane con la testa di legno, un gruppo di papere che fumano sigarette, due maiali gemelli siamesi… Quando Hazel decide di esplorare il giardino, nascosti tra i cespugli scopre degli strani mostri: il pitospino (un pitone con la testa di porcospino), il gorillopardo (un gorilla con la testa di ghepardo) e lo struzzorana (una rana con il corpo di struzzo). E’ l’inizio di un’incredibile avventura in cui niente è come sembra e la realtà può diventare più stupefacente della fantasia.

Gli incubi di Hazel, i personaggi

Hazel: protagonista della storia, odia zia Eugenia e prova a divertire il cugino facendo inscenare alla servitù una stramba opera ideata da Isambard stesso.

Eugenia: colpevole involontaria della morte del marito, passa le notte insonni per paura dei mostri creati a sua insaputa dal figlio. Non riesce a ricordare il nome della nipote chiamandola molto spesso “Noce” (Hazel vuol dire Nocciola).

Isambard: figlio di Eugenia, medita vendetta contro la madre.

Signora Dungeon: cuoca che cucinava sempre il sugo di carne

Signor Pude: vecchio maggiordomo

Signor Boynce: giardiniere

Francis: struzzorana = struzzo + rana

Geoff: gorillopardo = gorilla + leopardo

Noel: pitospino = pitone + porcospino

Gli incubi di Hazel, frasi dal libro

Buona sera. Probabilmente tua madre merita di morire. Sì, certo: tu vuoi bene alla tua mamma. Ma sei sicura di conoscerla bene? La conosci solo dal giorno in cui sei nata… mentre lei esisteva già da molti anni prima. Pensaci: anni e anni! Scommetto cento sterline che in quei lunghi, noiosissimi e solitari anni trascorsi prima che tu nascessi, lei ha fatto delle cose delle quali non ti ha mai detto nulla. 

 

Non è facile fare amicizia. Anche se coloro con cui cerchi di fare amicizia non sono struzzirana o gorillopardi o pitospini, o assassini o pazzi. La gente è complicata, sola, arrabbiata o ansiosa: e così e basta. Ma devi provarci lo stesso. Per quanto la gente ti possa spaventare, devi decisamente cercare di conoscerla. Perché i fifoni non piacciono a nessuno

 

 

Powered by Corsi Barman Roma